BLOGTurismo e ambiente Chi è l'accompagnatore turistico? Scopriamolo insieme!

Chi è l'accompagnatore turistico? Scopriamolo insieme!

Autore:


Accompagnare i Turisti in giro per il mondo è una professione che richiede passione, competenze e formazione.
Ma chi è l’accompagnatore turistico? Cosa fa e soprattutto come si diventa Accompagnatori turistici?

È accompagnatore turistico chi, per professione, coadiuva gruppi di persone in viaggio attraverso il territorio nazionale o all'estero e fornisce notizie di interesse turistico. Di solito è un lavoratore autonomo o è un soggetto incaricato da un tour operator.

Un’attività sicuramente stimolante ed appassionante e che regala notevoli soddisfazioni. Infatti, tale figura, fornisce le informazioni generali sulle località visitate (pur non sostituendosi alla guida turistica) e presta assistenza per risolvere quei piccoli inconvenienti che spesso si verificano durante un viaggio. A lui tocca gestire gli adempimenti burocratici del gruppo che accompagna, provvedere alla sistemazione dei partecipanti negli alberghi, far rispettare gli orari, ecc…..


Qui di seguito, elencate, le principali differenza tra la figura dell'accompagnatore turistico e la guida turistica:



E' in sostanza il punto di riferimento dei viaggiatori per tutta la durata dell’avventura vacanziera. La principale responsabilità dell’accompagnatore turistico, risiede nel garantire a tutti i visitatori che il viaggio sia realizzato nel migliore dei modi possibili, assicurandosi che tutti i servizi pagati dal cliente siano erogati, mediante controlli sul comfort e sull’efficienza del trasporto.

Esistono, di fatto, differenti declinazioni di questo mestiere:
- il Tour Manager, l’accompagnatore turistico dei viaggi esteri, quello che si occupa di comitive di turisti, sia italiani sia stranieri, magari provenienti da diversi paesi all’interno del territorio italiano
- il Tour Leader, colui che aiuta il turista straniero a interpretare e capire la civiltà e la cultura del nostro paese e a promuovere l'immagine dell'Italia all'estero.

Quali sono, però, le competenze che deve possedere un accompagnatore turistico
E' auspicabile che chi si avvicina a questa priofessione abbia effettuato per conto proprio diversi viaggi, con modalità e destinazioni diverse, per acquisire quella familiarità e quel bagaglio di diversificate esperienze necessari per affrontare, con consapevolezza e competenza, la sua attività futura.

E' ovviamente indispensabile avere un'ottima conoscenza delle lingue straniere, una buona cultura generale, una buona capacità organizzativa e passione per viaggiare. Dovrà essere una persona puntuale ed ordinata, perché fra i suoi compiti rientra anche quello di gestire soldi, biglietti e documenti di tutti i villeggianti.
Altra caratteristica importante è la diplomazia: l'accompagnatore avrà il compito di mediare sempre e con tutti in qualsivoglia circostanza.


L'esercizio della professione è sottoposto ad un esame (regionale o provinciale) di abilitazione per ottenere il cosiddetto “patentino”. Generalmente è richiesto, come requisito di massima, il possesso del diploma di scuola media superiore.

Lo sviluppo di queste competenze, quindi, si dimostra un elemento fondamentale che è possibile ottenere con un adeguato percorso. Esedra Formazione a Lucca ha progettato e propone un corso diretto alla formazione di questo professionista del turismo e che rilascia un Attestato di Qualifica Professionale riconosciuto dalla Regione Toscana e valido a livello europeo

Diventare Tecnico Qualificato Accompagnatore Turistico Un’opportunità per entrare nel mondo del lavoro unica, che ti può proiettare in una professione che ha percentuali molto alte di occupazione nel mondo del lavoro

Cosa aspetti?
COMMENTI
Accedi o Registrati subito per pubblicare un commento
Invia ad un Amico