Mauro Vaccai

Mauro Vaccai nasce nel 1954 a Piteccio, in provincia di Pistoia, dove attualmente vive e lavora. Prende il diploma di geometra e si iscrive alla Facoltà di Agraria a Firenze senza però arrivare alla laurea. A distogliere la sua attenzione dagli studi è l’amore per l’arte. Scultore, pittore e disegnatore, si dedica a rappresentazioni religiose, ma anche a soggetti profani.  Vengono elencate le opere e gli eventi più salienti del percorso artistico:

Nel 2001, in occasione della cerimonia di premiazione per i vincitori degli “Scudi di San Martino”, presenta l’opera in pietra serena “S. Martino”, raffigurante il Santo a cavallo, nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, a Firenze.


Nel 2002 realizza, sempre sullo stesso tema, una scultura in marmo bianco di Carrara che l’Istituto fiorentino “Scudi di San Martino” dona alla “Columbia Association”, l’organizzazione che riunisce i Vigili del Fuoco newyorkesi di origine italiana. La scultura, simbolo di altruismo e solidarietà, è stata collocata con una solenne cerimonia nel Museo Garibaldi Meucci di New York, nell’ala che il “Fire Department” ha allestito per conservare i riconoscimenti pervenuti da tutto il mondo dopo la tragedia dell’11 settembre 2001.


Nell’estate del 2005 è invitato ad esporre dal Lions Club Firenze Michelangelo nell’ambito della rassegna “L’arte dei cinque sensi. I cinque sensi nell’arte”. 


Il 2006 si apre con la partecipazione alla rassegna “Il sole, la luna e la teoria degli opposti” che viene allestita dapprima al M’ARS Contemporary Art Museum di Mosca e in seguito nella Chiesa di San Francesco a Castelfiorentino. La scorsa estate ha esposto alla Strozzina di Palazzo Strozzi, a Firenze, in occasione dell’esposizione “Rifiuti preziosi” per celebrare i cinquant’anni dell’azienda Quadrifoglio S.p.A. Tra luglio e agosto ha esposto una sua opera nella Sala Mitoraj del Comune di Pietrasanta nell’ambito della mostra “Artisti per l’Unicef”.


Settembre 2012 -  Nella sala espositiva del Museo Magi’900 la mostra antologica di Mauro Vaccai dal titolo L’universo dei simboli. Presentate dieci sculture in marmo bianco di Carrara di grandi dimensioni realizzate nel biennio 2011-2012 esposte a fianco di numerosi bozzetti preparatori, un corposo numero di sculture (circa trenta) realizzate con diversi materiali: dal serpentino verde di Prato all’onice, dal marmo teak a composizioni policrome.


La mostra di Pieve di Cento è la seconda tappa di un percorso espositivo che ha visto Vaccai impegnato in importanti mostre istituzionali. Infatti, dall’8 giugno all’8 luglio le sue opere sono state presentate a Pistoia, sua città natale dove per la prima volta sono stati ammirati i suoi capolavori, presso due importanti location: le Sale Affrescate e il Palazzo Pretorio, entrambi edifici medioevali incastonati nella splendida Piazza del Duomo.


In seguito, parte della mostra è stata esposta presso la Trierenberg Art di Traun (Austria), fondazione nata con l’intento di promuovere l’arte in tutte le sue forme. Ultima tappa di questo tour espositivo 2012 la presentazione della scultura Santa Barbara che la Marina Militare Italiana ha commissionato allo scultore pistoiese presentata il 4 dicembre durante una solenne cerimonia che si terrà nella Basilica di San Giovanni in Laterano a Roma


A supporto dell’intero progetto espositivo viene realizzato un importante volume di 112 pagine a colori che conterrà, oltre ad un saggio introduttivo di Niccolò Bonechi, un sostanzioso numero di testimonianze e riflessioni scritte, nonché la documentazione fotografica di tutte le ultime opere di Vaccai oltre alle commissioni pubbliche realizzate nel corso degli anni.


Giugno 2013 presso il Guandong Museum of Art di Guangzhou (Canton) gemellaggio culturale tra Italia e Cina, fondata sul rapporto     tra il museo di proprietà dell'imprenditore Giulio Bargellini e la società Xiefu Investiment, presieduta dall'imprenditrice Zhan Yujan, che ha la finalità di favorire gli scambi tra arte contemporanea italiana e cinese, inserendosi in un più ampio quadro di coinvolgimento economico internazionale. Per l'occasione è stata presentata una selezione della raccolta storica del Magi '900, curata da Valeria Tassinari.   Cinquanta tra le opere più prestigiose del museo (tra cui Modigliani, De Chirico, Campigli, Carrà, ecc.) in esposizione in Cina, nella mostra "L'artista e la creatività tra Oriente e Occidente", assieme a 20 opere del maestro Mauro Vaccai. «In questo modo - scrive nella presentazione del prof. Claudio Strinati del Ministero dei Beni Culturali italiano - Giulio Bargellini e Zhan Yujuan, ciascuno con le proprie esperienze di vita, di cultura e di gusto artistico, rendono possibile e fruibile la fusione tra due culture universali, l'Italia e la Cina».


Settembre 2014 Inaugurazione scultura – Bassorilievo in bronzo “Dedicato ad un alpino” – Collocazione Via Antonini nel centro storico di Pistoia, in prossimità della “Penna Mozza” di Iorio Vivarelli.


Ottobre 2014 (allestimento in corso) viene riproposta per il grande successo ricevuto nel 2013, la personale a Guangzhou (Canton) in parallelo con la mostra delle opere di Amedeo Modigliani. Mostra itinerante che verrà presentata anche a Shangai e Pechino.  

Visita il sito internet del docente Luca Panaro, Guida ambientale escursionista.