CORSI DI FORMAZIONEFormazione RiconosciutaProfessioni sociali

Corso di Lingua Italiana dei Segni (LIS)

Il corso di qualifica per diventare Tecnico della mediazione comunicativo-relazionale e dell’interpretazione in Lingua Italiana dei Segni

Obiettivi

Il percorso di qualifica forma il professionista capace di accompagnare l'interazione linguistico-comunicativa tra soggetto udente e minorato uditivo, anche in ambito educativo, attraverso l'utilizzo della Lingua Italiana dei Segni (LIS).

Il Tecnico della mediazione comunicativo-relazionale conoscerà non solo le specificità del linguaggio, ma approfondirà le varie strategie necessarie a favorire le pari opportunità dei non udenti.

Destinatari

Il corso si rivolge a chi intende conseguire la qualifica professionale di Tecnico della mediazione comunicativo-relazionale e dell’interpretazione in Lingua dei segni Italiana (Livello 4 EQF del Repertorio delle Figure Professionali della Regione Toscana).


Per la partecipazione è richiesto il titolo di istruzione secondaria superiore o almeno tre anni di esperienza lavorativa nell’attività professionale di riferimento.

Le unità formative del programma

Diagnosi interazione comunicativa

Mediazione comunicativa

Interpretazione linguistica

Mediazione relazionale

Per il programma completo compilare il form sulla destra

Durata e frequenza
Il percorso formativo è composto da 420 ore di lezione e 180 ore di stage presso strutture qualificate.
Sede di svolgimento

Compila il form sulla destra per i dettagli sulla prossima edizione in programma presso la Sede di Lucca

Attestazione
Al termine del percorso formativo coloro che avranno frequentato almeno il 70% delle ore riceveranno, previo superamento di un esame finale, un ATTESTATO DI QUALIFICA PROFESSIONALE RICONOSCIUTO DALLA REGIONE TOSCANA e valido su tutto il territorio nazionale. 
Lo stage

Lo stage costituisce parte integrante del percorso formativo ed è finalizzato alla messa in pratica dei contenuti affrontati durante la fase d’aula.

Gli stagisti verranno collocati all’interno di strutture/servizi socio- educativi, strutture di volontariato, centri di riabilitazione, organizzazione che gestiscono mezzi di comunicazione di massa, nei luoghi pubblici dove si svolgono manifestazioni culturali e in ogni altro luogo dove la sua presenza sia utile per favorire l’integrazione e l’accessibilità sociale, scolastica e professionale dei minori uditivi.

Invia ad un Amico

Programma Completo


Compila il form per maggiori informazioni sul programma, i costi e le modalità di partecipazione.


v
v
Invia